Definizione Legislativa di Prestito

Per quanto riguarda il contenuto sostanziale del prestito, questo pur non essendo espressamente definito dalla legge, si può desumere dal concetto di credito al consumo  che viene così definito e delimitato.
“……. si definisce credito al consumo la concessione nell’esercizio di una attività commerciale o professionale di credito sotto forma di dilazione di pagamento o di prestito o di analoga facilitazione finanziaria (finanziamento) a favore di una persona fisica (consumatore) che agisce, in tale rispetto, per scopi estranei all’attività imprenditoriale o professionale eventualmente svolta.”
La legge non si applica alle somministrazioni, ai crediti di importo inferiore o superiore a quanto stabilito dal Comitato interministeriale per il credito, ai crediti rimborsabili in unica soluzione, ai crediti privi di interessi o altri oneri, ai contratti di locazione.
Illuminanti sulla ratio della legge, in generale volta a garantire la parte debole,  sono le tutele disposte a favore del consumatore come quella che gli consente di adempiere anticipatamente o di recedere  o di risolvere il contratto o ancora di fare valere le eccezioni di cui godeva  verso l’eventuale cessionario del contratto.